Monte Panarotta, un’escursione dolce tra vedute potenti

Il Monte Panarotta è una montagna alta 2.002 m posta sulla parte più meridionale e occidentale dei Lagorai facilmente raggiungibile, appena superata Pergine Valsugana, seguendo le indicazioni presenti in loco.

Affacciata sul laghetto di Levico e cinta a sud dalla Valsugana, la Panarotta, dotata di un tranquillissimo comprensorio sciistico, offre un ambiente alpino rilassante, che si presta bene a facili escursioni o passeggiate ma anche ad ascensioni di scialpinismo e ciaspolate.

Superate le vecchie Terme si arriva al parcheggio (1.490 m), dove si lascia l’auto.  Si sale a piedi per la strada carrozzabile Pian de la Casara e si seguono le indicazioni che portano all’Agriturismo Malga Masi.

Attorniati dagli alberi, si cammina inizialmente tra tornanti poco ripidi e, in prossimità dell’agriturismo, lievi saliscendi. D’inverno bisognerà prestare particolare attenzione anche in questo tratto apparentemente banale poiché, anche se privo di neve, si potrà trovare facilmente ghiacciato.

Da Malga Masi si apre l’ultimo tratto della salita che porta al valico La Bassa. Da lì, girando a sinistra, e cioè in direzione ovest, si sale la cima della Panarotta, lasciando dalla parte opposta il Monte Fravort, più alto e impegnativo (2.347 m).

Già dal pianoro del valico si apre alla vista la splendida visione del Gruppo del Brenta, che ci accompagna fino alla croce posta sulla cima della Panarotta.

Panorama sul Brenta dal valico La Bassa, Lagorai
Veduta sul Brenta dal valico La Bassa

Dal monte si può discendere lungo i sentieri con segnavia 308 e 309 completando un parziale anello (che attualmente però risulta impraticabile a causa del groviglio di alberi caduti che ne ostruisce il tratto iniziale), oppure rientrare scendendo per pochi metri la pista fino ad intercettare le indicazioni per Malga Masi, girando quindi a destra. Ci si ritroverà così in breve al valico La Bassa, arrivandovi dalla parte opposta dell’andata. Da qui si rientrerà per lo stesso sentiero.

Se l’ora giusta è vicina e le condizioni meteo favorevoli, si potrà probabilmente gustare un tramonto memorabile sulle cime ad ovest visibili dal valico La Bassa.

Effettuato in questo modo, il percorso implica un tragitto lungo circa 10 km con un dislivello di 600 m. Il tempo stimato è di 3 ore (3 ore e mezza con la neve).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *