Labin e le sue meraviglie

Foto scogliere Rabac

Dove si potrebbe andare ad agosto, organizzando all’ultimo momento, per trovare un mare bello senza spendere troppo? Beh, per chi abita nel nord est d’Italia come me, ora posso senz’altro rispondere: in Croazia, più precisamente in Istria. Dovendo andare in vacanza nel mese più affollato dell’anno, quest’anno ho però avuto la fortuna di scovare un posticino che ha superato di molto le mie aspettative. Dopo aver ipotizzato che la costa orientale dell’Istria potesse essere meno congestionata di quella opposta, ho cercato sulla mappa, guidata solo dall’intuito, una località che per…

Continua a leggere

Rio Paraiso, ad ogni svolta un nuovo salto d’acqua

Rio Paraiso cascate Spiriti Liberi

La piena estate non è forse il momento ideale per un’escursione qui, ma in una giornata di luglio non troppo calda può comunque rivelarsi una scelta azzeccata. L’idea è di scoprire un altro angolo magico appena fuori casa e infatti, in appena 50’ da Verona, si arriva a Breonio, suggestivo e silenzioso borghetto che dalla Valpolicella apre le porte alla Lessinia. Nonostante la bassa quota (tra 860 e 500 m.s.l.m.) e la ridotta lunghezza del percorso (circa 6 km), il giro completo è segnalato in più punti come adatto ad…

Continua a leggere

Il sentiero dei Pintareni, lungo il rio Leno

Ho scoperto di recente un trekking molto rilassante, carino e vario, inserito in un ambiente naturale incontaminato nella bassa fascia montana. È il sentiero “dei Pintareni” che, lontano dagli itinerari trentini più frequentati, insegue il torrente Leno addentrandosi nella Val Terragnolo. Il percorso, di circa 10 km e 450 m di dislivello, si cala nell’incisione valliva del torrente costeggiandone una parte, tra saliscendi più o meno dolci. Camminando, vi rivelerà angoli sempre diversi e interessanti di una natura perlopiù intatta. Tappa finale del tragitto, che si sviluppa tra i 500…

Continua a leggere

Le favolose cascate di Barbiano, in Val d’Isarco

cascata di Barbiano

Appena varcata la soglia dell’Alto Adige, si entra nella provincia di Bolzano e ci s’imbatte in un insieme di località ed ambienti davvero suggestivi, con tanti punti d’interesse lontani dal chiasso cittadino. Al confine con la Val d’Ega, la Val d’Isarco si allunga verso nord a 30 km di distanza dal capoluogo altoatesino, affacciandosi a ovest dall’autostrada del Brennero ed aprendosi a est verso l’Alpe di Siusi. Il sentiero che porta alle cascate La facile escursione che porta alle splendide cascate di Barbiano comincia appena oltre il paesino di 1700…

Continua a leggere

Viaggio in Portogallo: Almada e i suoi dintorni

Cacilhas è un villaggio del comune di Almada, cittadina di circa 160.000 abitanti del centro-sud del Paese. E’ situata sulla sponda sud del fiume Tejo, che qui forma un lago interno prima di sfociare nell’oceano Atlantico. Attraversando il rio in traghetto o su ponte 25 Aprile, è possibile arrivare in 10 minuti a Lisbona, la capitale, posta sulla riva opposta del fiume. Ristorantini tipici La tranquilla zona del porticciolo di Calcihas è caratterizzata da una ricca presenza di rinomati ristorantini distribuiti lungo la via pedonale Candido dos Reis. Qui i…

Continua a leggere

Avesa, tra storia e natura

Un tempo comune, Avesa è oggi un quartiere storico di Verona. Dolcemente disteso ai piedi dei primissimi rilievi lessinici, sembra sonnecchiare tranquillo al sole, regalato dalla fortunata esposizione a sud. Arrivati qui dalla città, si avverte subito la piacevole atmosfera di paese, ben diversa dalla frenesia del centro. Dotato dei principali servizi, questo quartiere offre tanti angoli preziosi per camminare e respirare nella natura e nella quiete, ammirando ora i colori autunnali, ora le esplosioni cromatiche primaverili, tra uliveti, pareti rocciose e tanta vegetazione spontanea.   L’acqua del Lorì La risorgiva…

Continua a leggere

Le magie del Rosengarten

Ci sono valli alpine che svelano i propri tesori al primo sguardo, togliendo subito il fiato, ed altre che li serbano ad occhi più pazienti, in un susseguirsi di sorprese inaspettate. La Valle di Tires, così ripida nella sua stretta incisione fluviale, dà tuttavia una sensazione di grande stabilità, con le rade e ben curate case, le fattorie, la piazzetta graziosa e ben illuminata e i moderni alberghi che la arricchiscono senza stravolgerla. Anche qui, tutto procede con l’equilibrio apparentemente perfetto tipico delle località altoatesine. Il silenzio profondo che si osserva…

Continua a leggere

La diga del Vajont: lo spettacolo di una catastrofe

E’ da tempo che vorrei tornare in questa zona, vista quasi di sfuggita nelle occasioni precedenti ma che mi ha lasciato, per quel poco che ho visto, del tutto affascinata e soprattutto molto invogliata a scoprirla di più. In realtà, forse è proprio il fatto che un luogo ci sia piaciuto molto, a prescindere da quanto ne abbiamo visto, a lasciarci la sensazione di non averne avuto abbastanza, un po’ come l’inesauribile nostalgia di tempi felici eppure pienamente vissuti… Dopo aver attirato anche il mio compagno nella mia intenzione di…

Continua a leggere